Le case degli architetti. Dizionario privato dal Rinascimento ad oggi Adriano Cornoldi

ISBN: 9788831776615

Published: 2001

Paperback

478 pages


Description

Le case degli architetti. Dizionario privato dal Rinascimento ad oggi  by  Adriano Cornoldi

Le case degli architetti. Dizionario privato dal Rinascimento ad oggi by Adriano Cornoldi
2001 | Paperback | PDF, EPUB, FB2, DjVu, talking book, mp3, ZIP | 478 pages | ISBN: 9788831776615 | 5.73 Mb

Solo se sappiamo abitare possiamo costruire --Martin HeiddegerLo scopo della casa è quello di offrire ospitalità, benessere, intimità- più che in ogni altro edificio, nella casa è essenziale il rapporto fra spazio e vita, e vale laffermazione diMoreSolo se sappiamo abitare possiamo costruire --Martin HeiddegerLo scopo della casa è quello di offrire ospitalità, benessere, intimità- più che in ogni altro edificio, nella casa è essenziale il rapporto fra spazio e vita, e vale laffermazione di Heidegger per cui «solo se sappiamo abitare possiamo costruire».

Ma dove altro se non nella propria abitazione larchitetto cerca di infondere il senso della vita, che è poi il senso della sua esistenza, la ricchezza del suo mondo affettivo, il rispecchiamento della sua umanità? La casa dellarchitetto qui interessa dunque come oggetto per eccellenza della ricerca dei luoghi domestici, assai più che come esibizione artistica: espressione liberamente compiuta di una cultura dellabitare piuttosto che mera esercitazione formale. La conoscenza della personalità degli architetti, della loro vicenda umana e del loro modo di vivere può aiutare a riconoscere nelle loro dimore la presenza di un modello per la casa di tutti, la casa della vita.Questo dizionario offre i dati salienti nella biografia privata dei costruttori di case più significativi del passato e di oggi: la formazione, il carattere, i costumi, anche gli aneddoti, e quindi laspetto delle dimore scelte, concepite, realizzate per sé, in quel continuo intreccio fra pensiero e spazio che dà senso ai luoghi, fra coscienza dei significati e capacità progettuali che dà sostanza allarchitettura.

Si è voluto guardare anche dentro labitazione di architetti famosi per capire qualcosa sulla possibile influenza delle loro origini e delle loro scelte private nei caratteri della produzione complessiva. In tal senso questo libro racconta ciò che gli altri dizionari non dicono, anche perché degli architetti si sa assai meno che di pittori, scrittori, musicisti. A differenza dei consueti libri di architettura, qui le case sono descritte e fotografate con i segni della loro vita: oggetti, arredi, persone.

E per quanto riguarda i disegni, si fa ampio uso di spaccati tridimensionali, disegnati per loccasione. In unepoca in cui le leggi della comunicazione tendono a privilegiare gli interessi di facciata, questo itinerario interiore ci fa scoprire cosa sta dietro, cosa sta dentro una parte importante dellarchitettura.Dove altro se non nella propria casa l’architetto cerca di infondere il suo personale senso della vita, la trasposizione della sua più interiore idea dell’abitare, il concetto culturale di luogo domestico?Da Aalto a Bramante a Fuga a Loos a Niemeyer fino a Viollet-le-Duc, Wright e Zumthor- con oltre quattrocento voci che corrispondono ad altrettanti architetti questo dizionario privato, redatto dall’autore coadiuvato da un gruppo di noti studiosi, raccoglie i dati salienti della biografia dei grandi costruttori del passato e di oggi e ne traccia il profilo partendo dall’analisi della loro casa intesa come espressione compiuta di una cultura dell’abitare piuttosto che come esercitazione formale.

Il libro consente così di rileggere, attraverso la serie dei luoghi domestici, la storia dell’architettura e offre una chiave inconsueta per avvicinarsi al carattere, alla formazione, alle idee teoriche che stanno alla base, oltre che delle scelte private, anche della produzione complessiva di ogni singolo architetto. Del tutto inedito risulta inoltre il ricco apparato iconografico che illustra le voci: le case sono infatti fotografate al fine di mettere in evidenza i segni che le caratterizzano e i disegni, realizzati a documentazione, sono spaccati prospettici e assonometrici che consentono una migliore comprensione dei luoghi e degli spazi del vivere.



Enter the sum





Related Archive Books



Related Books


Comments

Comments for "Le case degli architetti. Dizionario privato dal Rinascimento ad oggi":


rembrandtsbistro.com

©2012-2015 | DMCA | Contact us